Sindacati, chiarire il futuro dell'Ast

Una richiesta di confronto alle istituzioni regionali e locali "per condividere in modo più esaustivo le preoccupazioni e riattivare velocemente il tavolo governativo": è quanto annunciano le segreterie provinciali di Fim, Fiom, Uilm, Fismic e Ugl di Terni, dopo la conclusione delle trattative tra ThyssenKrupp, proprietaria dell'Ast, e Tata Steel rispetto all'annunciata joint venture tra le due società. In una nota i sindacati si dicono preoccupati rispetto al futuro prossimo del sito ternano, sia per quanto riguarda l'indeterminatezza degli assetti societari che rispetto alle future strategie industriali. "Consapevoli - spiegano - che Ast di Terni non fa parte, al momento, della joint venture, ricordiamo che è ufficialmente in vendita da parte della ThyssenKrupp, la quale, in tempi non sospetti, ha ufficialmente dichiarato di voler uscire dalla produzione degli acciai speciali".

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Occhio Viterbese
  2. NewTuscia
  3. EtruriaNews
  4. NewTuscia
  5. ViterboNews24

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Caprarola

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...